Tempo stimato di lettura: 8 minuti

Amici di Football Manager Italia, oggi vi presentiamo il secondo articolo di Cost Bomber che ci racconterà l’avvincente carriera alla guida del Wimbledon dopo aver superato la stagione 2019-2020).

Troverete la continuazione di un’avventura durata diverse stagioni, trascorsa tra alti e bassi alla guida di quello che per il suo manager è decisamente: MUCH MORE THAN JUST A FOOTBALL CLUB.



Ecco qui di seguito la stagione 2020-2021 in League One. Buona lettura

Pillola statistica

Una nuova stagione ha inizio – Mercato

“Quando una stagione finisce come è finita la nostra, sei scarico, iniziarne un’altra è sempre difficile. Un errore, un piccolissimo errore, può costare caro, in un attimo cancellare tutto quello che avevi costruito, come un castello di carte che cade per uno spiffero, per un niente ti ritrovi a dover ripartire. Noi ci riproveremo, noi ci rialzeremo, sarà difficile, ma ci riusciremo… Noi siamo il Wimbledon!”



Si riparte! Delusione alle spalle, ci buttiamo subito per costruire il nuovo Wimbledon, consci del fatto che i nostri tifosi ora vorranno riprovarci. Inizia così, in silenzio, l’obbiettivo Championship, che ripetiamo fra di Noi, nel nostro ambiente, anche se i Bookmakers e la stampa ci mettono a centro classifica, facendo capire che la finale persa pochi mesi prima per loro rappresentava solo un’anomalia, un colpo di fortuna.

Il mercato inizia con la riconferma di 2 prestiti: il capocannoniere della scorsa stagione Curtis Jones e il migliore per media voto Max Sanders, prolungano la loro avventura con noi. A loro fanno seguito i nuovi arrivi: dagli Spurs i talenti White e Cirkin, dal Man City l’esterno destro Lihadji, dal Liverpool il jolly Ben Woodburn, dall’Arsenal Ben Cottrell e dal Celtic Luca Connell.

Harvey White
Dennis Cirkin
Ben Woodburn
Ben Cottrell
Luca Connell
Isaac Lihadji

Ci muoviamo anche a costo zero, nella tabella qua sotto, nel rettangolo giallo, ci sono i giovani che ingaggiamo per le nostre giovanili.



Per la prima squadra invece registriamo gli arrivi del mediano Butcher ex Bournemouth, dell’attaccante Alex Jakubiak ex Watford, dell’ala Kyle Edwards ex West Brom e del portiere Sarkic ex Villan’s e Coventry.

Dal Bristol City arriva Robbie Cundy, l’unico acquisto oneroso che andrà a rinforzare il reparto difensivo a livello numerico, in quanto la coppia titolare sarà quella rodata Nightingale – Kalambay.

Matt Butcher
Alex Jakubiak
Kyle Edwards
Matua Sarkic
Robbie Cundy

Il capolavoro lo facciamo nelle cessioni: tra il mercato estivo e quello invernale, incassiamo la bellezza di 1,7M, ci lasciano il giovane Medelin, veramente ottima la plusvalenza con una cifra che può raggiungere le 625 mila euro, Wordsworth, Pinnock, Ruscrow, Osew e il bomber Pigott.



A nostro avviso, riusciamo a migliorare di molto la rosa, incassando anche una bella cifra dalle cessioni degli esuberi e di alcuni giovani.

Riepilogo Mercato

Tattica

Abbiamo costruito la squadra per far rendere al meglio il nostro modulo base. Questa è il settaggio che abbiamo raggiunto a metà stagione, a mano a mano che integravamo i giocatori, gli allenavamo per questo stile di gioco e capivamo come potessero rendere maggiormente.

Potrebbe Interessarti  We are not a Sunday League Team

Un modulo che ci vede spingere maggiormente a sinistra, dove abbiamo le nostre bocche di fuoco, a centrocampo il solito duo di registi, uno basso e uno avanzato, a completare il reparto un centrocampista a sostegno, che ci aiuta nella costruzione della manovra accompagnando la rosa.



Nella catena di destra, un terzino a sostegno e un esterno alto che a seconda degli interpreti è un attaccante esterno oppure un ala pura. Il gioco si svolge per vie centrali e sfocia sempre su un assist per gli esterni, con la palla che passa a sinistra e si conclude con il gol del centravanti o dell’esterno destro che chiude.

Anche i centrocampisti, gioveranno a livello realizzativo di questo modulo.

Tattica

 

Partite della Stagione 2020-2021 League One

“Finalmente siamo a casa nostra… il Plough Lane l’abbiamo sognato in questi 30 anni, è entrato nei nostri sogni più volte, ha sempre girato tutto attorno a questo stadio, un posto magico, che finalmente abbiamo riconquistato….”

 

Plough Lane Stadium

Questa è la stagione in cui ritorniamo a Merton, lasciamo Kingston, che ci ha ospitato per 18 anni, torniamo a casa nostra nel match della 2a giornata contro il Rochdale, un Plough Lane completo in ogni ordine di posto ammira una grande prestazione e una vittoria firmata dal 1° storico gol nel nuovo impianto di Patrick Kalambay, elemento cresciuto nella nostra primavera. Una nuova storia in questo magnifico stadio, ha inizio!!

Wimbledon vs Rochdale

Proseguiamo una prima parte di stagione in cui otteniamo buoni risultati, iniziamo benissimo, subendo la prima sconfitta dopo 10 giornate in cui facciamo capire a tutti che anche questa stagione avremo lottato per cercare almeno i Play-off.



Ma ci sono stati anche momenti difficili, la sconfitta contro la capolista Wycombe a fine settembre, il momento nero a cavallo tra novembre e dicembre con 2 sconfitte e 1 pareggio. Dopo ogni caduta, dopo ogni sconfitta, riusciamo a riprenderci e a mettere altre vittorie in cascina che al giro di boa ci fanno restare in scia di uno straordinario Wycombe, trascinato dai gol di un redivivo Delfouneso, che da Wonderkid ha poi trovato la sua dimensione in League One.

Noi invece siamo trascinati dalle prestazioni del centrocampista White, dalla vena realizzativa degli esterni Edwards e Lihadji, mentre Jones e Woodburn fermati dagli infortuni hanno solo fatto intravedere le loro qualità.

Riepilogo metà stagione

A gennaio, ci muoviamo sul mercato. Facciamo partire alcuni giovani arrivati a costo zero in estate, che ci consentono di andare a prendere un esterno destro che potesse far rifiatare Lihadji. Dal Luton portiamo a casa Harry Cornick per 180 K.



Ci si rompe anche Jakubiak, e quindi andiamo a prendere un giocatore per l’attacco che potesse fare la riserva. Andiamo in Vanarama North, 3 categorie sotto per andare a prendere il capocannoniere del campionato, Mc Farlane dal Leamington.

Potrebbe Interessarti  4 Stagioni al Real Madrid per Domenico Modica

La 1^ gara del nuovo anno è quella contro il Wycombe, che ci precede di 4 punti. Non possiamo fallire e farla fuggire via, oltretutto perché siamo al secondo posto, posizione utile per la promozione diretta, ma abbiamo l’Ipswich a stretto giro e potrebbe risucchiarci, dopo essersi avvicinata in seguito alla nostra sconfitta contro l’Hull al Boxing Day.



Per l’occasione, mettiamo a punto la tattica definitiva dominando la capolista, a casa sua, per 90 minuti. Diamo una prova di forza pazzesca, anche se il risultato si sblocca solo al 58 esimo, quando White trasforma un calcio di rigore.

Wycombe-Wimbledon

Sarà l’inizio di una serie di vittorie incredibili. Nove vittorie di fila fino al pareggio del 20 febbraio contro il Tranmere, tra le quali spicca il 4 a 1 a Milton Keynes in un derby dominato dall’inizio alla fine.

La distanza dalla terza sale sempre di più. Woodburn sarà il protagonista di questa parte di stagione, andando a prendersi la palma di capocannoniere di squadra, Curtis Jones ritornerà ad essere quello della passata stagione, White si dimostra un giocatore di categoria superiore, Lihadji e il nuovo acquisto Cornik sulla destra sono impeccabili in fase realizzativa.



La gara del 6 Marzo è fondamentale. Si gioca al Plough Lane contro l’Ipswich terza in classifica. Una vittoria significherebbe distaccarla in maniera quasi definitiva. Ma l’Ipswich è una squadra di Championship mascherata e giocarci è davvero difficile. Vanno in vantaggio al 25 esimo, ma poi ci mette tutta la classe il nuovo acquisto Cornick che pareggia subito i conti e al 68 esimo ci porta 3 punti d’oro per avvicinarci al sogno.

Wimbledon – Ipswich

Altre due vittorie contro Walsall e Bradford ci portano a una vittoria dalla promozione matematica. Siamo alla 40esima giornata, con 6 gare dal termine, i punti sono 17. Una vittoria contro il Charlton, ci consegnerebbe la Championship.

I 10 mila del Plough Lane assistono ad un trionfo. Cornick al 4 minuto apre le danze, Guinnes-Walker con un gran gol raddoppia per un 2 a 0 meritato nei primi 45 minuti. Nella ripresa ancora Cornick per il 3 a 0, mentre Woodburn al 79esimo risponde al gol del Charlton che aveva accorciato le distanze. Il gallese chiude con il poker un trionfo di gol, di gioco e di prestazioni.



Il Wimbledon è in Championship!!!!

Wimbledon – Charlton
Classifica finale
Dirigenza in festa

Le 6 gare successive servono per consolidare il primo posto, ma sopratutto per lanciare una sfida  ai miei giocatori. Abbiamo fatto una scommessa, quella di impegnarci per finire la stagione superando quota 100 punti. Non solo ci riusciremo, ma addirittura ne faremo 106!!!!

Promozione
Risultati seconda parte di stagione
Classifica finale
VIttoria
Traguardo raggiunto
Record di punti
Record di vittorie
Cerimonia conclusiva
Riassunto stagionale
Giocatore dell’anno
Allenatore dell’anno
Squadra dell’anno



CONTINUATE A SEGUIRE LE AVVENTURE DI QUESTO SORPRENDENTE WIMBLEDON NELLA CHAMPIONSHIP!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.