Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Amici di Football Manager Italia oggi vi parliamo di una nuova notizia inerente il nostro gioco preferito. Oggi vi parliamo del tema Football Manager e razzismo nel 2020, dato che in questo periodo, dopo i fatti che stanno accadendo negli Stati Uniti, tanti brand ed aziende stanno apportando modifiche ai loro asset onde evitare eventuali problemi di stampo razziale. E sorprendentemente, anche Football Manager è stato costretto ad adeguarsi ai tempi.

Vi spieghiamo cosa è successo e come Sports Interactive abbia deciso di affrontare il problema.

 

Football Manager e razzismo nel 2020

Sostanzialmente Sport Interactive ha preso la decisione di modificare il modo in cui creare casualmente i calciatori all’interno del database del gioco, al fine di evitare eventuali accuse di profilazione razziale.

Ma cosa significa esattamente profilazione razziale? Questa avviene nel momento in cui si sostiene che certe persone abbiano determinate caratteristiche per via della propria razza.

Nel caso specifico di Football Manager, sembra che il gioco, ogni qualvolta debba generare un calciatore con la pelle scura, assegni dei valori di base più bassi ad attributi come “professionalità”, “lealtà” e “sportività” rispetto ad un collega bianco.

A tale “accusa”, a dire il vero già arrivata alla casa di produzione del gioco nel corso del 2019, Sports Interactive ha deciso di prendere una decisione importante.

Lo studio director Miles Jacobson ha affermato che tale accusa è infondata, ed ha chiesto agli autori dell’articolo di Quartz di dimostrare le accuse con dei dati e ha aggiunto che gli atleti dalla pelle scura vengono generati dal gioco con attributi mediamente più alti in altri parametri ‘morali’ come “ambizione”, “temperamento” e “controversia” e quindi non si tratta di razzismo, dato che non partono svantaggiati.

 

Lo studio inglese ha anche spiegato che i valori dei calciatori creati casualmente sono frutto della media dei valori degli atleti della stessa nazionalità.

Facciamo un esempio:

Quindi se i calciatori argentini sono, secondo le statistiche raccolte dalle migliaia di scout del gioco, mediamente più bravi tecnicamente dei giapponesi, allora ci sono più possibilità che Football Manager crei un giocatore argentino con una tecnica migliore di quella di un giapponese.

Il motivo dietro i valori incriminati sarebbe dovuto al fatto che, per il database di Football Manager, i calciatori dalla pelle scura mediamente sono più carenti negli aspetti sottolineati da Quartz. Diciamo che questa non è stata proprio la miglior difesa possibile che lo studio poteva utilizzare.

 

Cosa ha fatto Football Manager per evitare accuse di razzismo ?

Dato il periodo molto difficile legato all’argomento razzismo, Sports Interactive ha deciso di modificare il modo in cui i nuovi giocatori vengono creati. Quindi i famosi REGEN del gioco d’ora in poi saranno generati in maniera totalmente casuale, e non più secondo un algoritmo statistico basato su dati e condizioni matematiche.

 

Conclusioni

E voi amici del blog ed amanti di FM cosa ne pensate dell’argomento tema Football Manager e razzismo nel 2020 ? Siete favorevoli o ritenete il tutto eccessivo?

Fateci sapere le vostre opinioni scrivendoci scrivendoci attraverso la pagina contatti o al seguente indirizzo email:

Alla prossima

Sommario
Football Manager e razzismo nel 2020
Nome Articolo
Football Manager e razzismo nel 2020
Descrizione
Football Manager e razzismo nel 2020 - Cambia il modo di creare i nuovi giocatori onde evitare eventuali accuse di razzismo. Leggi di più
Autore
Nome Publisher
Football Manager Italia
Logo Publisher

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.